Nijigahara Holograph

Titolo originale: Nijigahara Holograph
Autore: Inio Asano
Casa editrice: Quick Japan [Ohta Shuppan]
Anno di pubblicazione: 2006
Volumi in Giappone: 1 [volume unico]
Scanlator: Mangascreener [MS]

Ve lo dico subito, non è un manga semplice e per gente suggestionabile; è un seinen a livelli estremi, con una trama intricatissima e le cui immagini hanno la forza di un pugno nello stomaco.
Farne una recensione è piuttosto complicato quindi vi propongo due citazioni, la prima da parte di stephen (il traduttore) e la seconda di kosh (membro attivo del MTP):

stephen:
Nijigahara (Rainbow Field, un posto all’interno del manga) è un libro pesante. La sua spessa e nera copertina e il suo girovita di quasi 300 pagine sono un segno di quello che troverete all’interno: questa è una nera, tetra storia, complicata e arzigogolata. E’ una storia che si può leggere più e più volte, e scoprire delle cose nuove ad ogni lettura. E’ una storia che bisogna leggere più e più volte per mettere insieme tutti i pezzi. E’ una storia piena di simbolismo e intricata in maniera esasperante.
Suzuki è un ragazzo turbato. Ha vissuto con incuranti genitori adottivi la maggior parte della sua vita, alienato dagli altri ragazzi della sua scuola, possessore di una cinica, infelice mentalità.
Komatsuzaki è un violento, imprevedibile bullo il cui trauma cranico lo fa agire in misteriosi e inesplicabili modi. Arakawa è una pratica, normale ragazza che si strugge dietro a Komatsuzaki ma non può mai averlo. Un insegnante con solo un occhio funzionante. Una madre che si è suicidata. Una figlia in un coma senza fine. Tentati stupri, assassinii, estorsioni, deviazioni sessuali, e una esplosione della popolazione di farfalle fuori dalla norma.
Tutti questi elementi sono attorcigliati insieme in una storia lunga 10 anni, una favola di nerezza, dolore e apocalisse. E forse solo un poco di speranza e redenzione. E’ un incrocio spirituale tra la misantropica suburbana malevolenza di River’s Edge di Kyoko Okazaki e la misteriosa misticalità di Donnie Darko.

Do enjoy, and spread it to as many people as you can think of.
This is a book that demands to be read.

kosh:
Probabilmente è tra i manga più coinvolgenti e intricati e visionari che abbia mai letto…
E’ un manga duro, difficile, ho dovuto leggerlo due volte solo per capire a pieno la storia (e devo dire che alcuni punto non mi sono ancora molto chiari), specie il prologo, che ad una seconda lettura diventa un pugno nello stomaco nella sua capacità di racchiudere in poche pagine il senso stesso del manga nella sua completezza.
E’ un manga complesso, in cui ogni dettaglio di ogni vignetta non è casuale ma rappresenta una parte essenziale di un più vasto disegno e fa quasi paura come ogni cosa si incastri alla perfezione.
E’ un manga oscuro, la cui visione del mondo non lascia quasi nessuna speranza, in cui l’uomo è rinchiuso in un eterno ripetersi di sofferenza.
E’ un manga che va letto, non è per tutti questo è certo, ma se si ha la pazienza e la forza di arrivarne alla fine, ripagherà il lettore con delle emozioni che difficilmente potrà provare di nuovo.

Cover Volume 5